Riunione del Consiglio Direttivo dell'Associazione sull'emergenza COVID

20-05-2020 14:09 -

Informiamo tutti i soci che nella giornata di ieri si è riunito il Consiglio Direttivo dell'Associazione per affrontare le problematiche inerenti l'emergenza COVID e la possibile ripresa dell'attività sportiva.
Il Presidente Fabio Pesciarelli ha comunicato la disponibilità espressa dall'Amministrazione Comunale a provvedere alle necessarie misure di sanificazione riguardanti il Palazzetto dello Sport di via Monviso a Monterotondo Scalo e a fornire alle associazioni sportive del territorio il sostegno necessario per la ripresa delle attività; il Consiglio ne ha preso atto e ha deliberato che è necessario attendere comunque le disposizioni attuative inerenti il protocollo da seguire che le autorità competenti, Ministero dello Sport, Regione Lazio e Federazione Italiana Pallacanestro, stanno definendo. In attesa della normativa indicata, il Consiglio ha dato mandato ai responsabili tecnici e organizzativi di esaminare le varie modalità nelle quali l'Associazione potrebbe procedere nella ripresa dell'attività.
Esaminata la situazione finanziaria dell'Associazione, e preso atto delle indicazioni previste dalla legge e dai decreti emanati durante l'emergenza, il Consiglio ha espresso l'orientamento di prevedere la riduzione della quota associativa per l'anno sportivo 2020-2021 che inizia il primo settembre 2020 per tutti gli associati che hanno versato la seconda rata della quota per l'anno sportivo 2019-2020, attraverso l'emissione di voucher; si è inoltre stabilito che, in accordo con le disposizioni statutarie e di legge, in caso di ripresa dell'attività nel corrente anno sportivo potranno partecipare solo i soci in regola con il versamento della seconda rata a saldo della quota associativa. Il Consiglio ha preso atto che, anche per quello che riguarda le problematiche inerenti le quote associative, si deve rimanere in attesa della conversione in legge dei decreti pubblicati e dell'emanazione dei relativi regolamenti attuativi.
Vista la complessità della situazione e il suo essere in continua evoluzione, il Consiglio ha deciso di convocarsi di nuovo entro 10 giorni dalla data di ieri, impegnandosi a dare puntale comunicazione agli associati delle ulteriori decisioni assunte.